La Persona Demotivante: chi è e come va gestita in azienda

Una persona demotivante è quella persona che sottolinea i punti negativi degli altri senza mai sottolineare quelli positivi, demotivandoli e rendendoli suoi nemici proprio per la sua eccessiva negatività. Se sei è in relazione con una persona di questo tipo, devi saper gestire con cautela la relazione per evitare che la tua motivazione sia ridotta al minimo e di sentirti con il morale sempre più a terra. In particolare, questa relazione se presente in Azienda può essere motivo di insuccessi e difficoltà per un manager. Abbiamo quindi deciso di stilare un elenco di consigli principali per gestire la relazione con una persona demotivante in Azienda.

1) La relazione è importante?

Chiediti se la relazione che ti fa star male, perché demotivante, è importante per te o al collaboratore se è lui ad essere attaccato. Se sì, ad esempio quella con un familiare, è il caso di imparare a gestirla mantenendo comunque un buon rapporto con la persona. Invece, se si tratta di una relazione extra familiare di relativamente poca importanza, che fa stare molto male, si può decidere di interromperla.

2) Quali sono i motivi per cui la persona demotivante critica?

Chiediti i motivi per cui la persona critica in modo negativo ed esagerato te o le persone in Azienda. Se la persona demotivante critica gli altri collaboratori, chiedi loro se c’è, e se sì, cosa c’è di vero nelle critiche. In questo modo, se le persone trovano degli aspetti negativi nel loro comportamento che sono fonte di critiche, esse possono migliorarli. Questo può offrire un doppio beneficio: la persona criticata può diventare più efficiente e la persona demotivante non avrà più motivi per criticare.

2) Evitare di scontrarsi con la persona demotivante

Bisogna evitare di andare contro e arrabbiarsi con la persona demotivante, perché questo potrebbe peggiorare le cose. Infatti, dopo aver attaccato la persona demotivante è molto probabile che cresca in te, o nei collaboratori attaccati, il senso di colpa, rendendoti inefficiente, disattento e succube di quella persona perché cercherai di non far salire di nuovo il senso di colpa. Più attacchi ci sono con la persona demotivante, più si diventa suoi prigionieri.

3) Prepararsi emotivamente agli incontri con la persona demotivante

Quando si ha a che fare con queste persone, bisogna prepararsi agli incontri, aspettarsi già di venire criticati o di avere un basso tono emotivo per non rimanerci male quando succederà. Bisogna capire che la persona è così e l’unico modo per relazionarsi con lei è gestirla, ad esempio non parlando di sé per non dare motivo di critiche.

4) Non chiedere consigli alla persona demotivante

Se si ha bisogno di consiglio, aiuto o sostegno di tipo morale, l’ultima cosa da fare è chiedere alla persona demotivante. Infatti, la persona demotivante userà quanto le è stato detto per attaccare la persona quando meno se lo aspetta. Inoltre, se le vengono riferiti i propri problemi o difficoltà, questi potrebbero essere fonte di ulteriori critiche.

5) Non frequentare solo la persona demotivante

Per evitare che la negatività della persona demotivante ci stravolga e ci butti a terra è essenziale circondarsi di persone positive, motivate e da cui trarre ispirazione.

Seguendo questi consigli, il malessere provocato dalla persona demotivante dovrebbe diminuire. Successivamente si dovrebbe cercare di affrontarla chiedendole di moderare i suoi comportamenti o trovare delle strategie per gestire la relazione. Ma se la persona demotivante non dovesse migliorare i suoi comportamenti, allora sarà meglio diminuire ancora di più i rapporti a meno che non si tratti di una relazione molto importante. In quest’ultimo caso è bene provare fino allo stremo di mantenere una buona relazione.

 

Richiedi subito di essere contattato da un nostro consulente, senza impegno.



Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 1 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 2 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 3 riportata nell'informativa.
PrestoNego




OSM Partner Firenze
OSM Partner Firenze
digital@osmpartnerfirenze.it
Ancora nessun commento

Scrivici un commento